GIUSEPPE NAVA /ESECUZIONI

PRIME VISIONI: 5 / 12 / 19 / 26 DICEMBRE
                

Presentazione Giuseppe Nava.jpg

Giuseppe Nava (Lecco, 1981), vive a Trieste. Ha pubblicato Esecuzioni (d’If, 2013; premio Mazzacurati-Russo), Nemontemi (Prufrock Spa, 2018) e Le attese (Vydia 2021; premio Lucini). Suoi testi e traduzioni sono presenti su varie riviste e siti, tra cui InPensiero e Nazione Indiana. È stato uno dei curatori dell’antologia L’Italia a pezzi (Gwynplaine, 2014). Collabora come redattore alle riviste Bollettino ‘900 e Charta Sporca.

(Per tutta la durata della residenza puoi rivedere la serie tutte le volte che vuoi)

Giuseppe Nava_screenshot.jpg

Esecuzioni

Esecuzioni è un lavoro di rielaborazione metrica di testi risalenti alla prima guerra mondiale, ripresi da sentenze dei tribunali militari, giornali dell’epoca, lettere. Questi testi raccontano storie di condannati a morte: disertori e sbandati, autolesionisti e sobillatori, “poveri cristi” accomunati dal voler opporre un no alla gigantesca e inedita macchina della guerra di cui si ritrovano a essere ingranaggi loro malgrado. Attraverso la manipolazione dello stesso linguaggio militare e giudiziario che li condanna, le poesie intendono restituire dignità a queste storie umane, e far emergere l’assurdità delle istanze di cui quel linguaggio è espressione.

Questa seconda edizione dell’opera si arricchisce di una componente audio e video, messa in dialogo con i versi. La parte sonora, che in alcuni casi comprende anche l’esecuzione vocale del testo, è un montaggio di field recording e basi strumentali originali, mentre la parte visuale è realizzata a partire da materiali video d’epoca.